Piziarte Contemporary Art

PAUL KROKER

"ANGELE"











Paul Kroker
" frammento", 2002,
pc-picture, foto di una scultura del ciclo angele della mia storia












Paul Kroker
"angele della mia storia", 2002,
installazione con 4 figure (cad. 71x35x39),
carta/colla/plastica/metallo/acrilico/varie











Paul Kroker
"angele della mia storia", 2002,
installazione con 4 figure (cad. 71x35x39),
carta/colla/plastica/metallo/acrilico/varie












Paul Kroker
"angele della mia storia", 2002,
installazione con 4 figure (cad. 71x35x39),
carta/ colla/plastica/metallo/acrilico/varie









Angele
di Franca Cavagnoli

Un paesaggio cupo e desolato, arso dalle fiamme, punteggiato di sterpi bituminosi. Poche, sobrie macchie di colore: ocra, grigio perla, viola. Su questa landa il cielo è caduto, giace sgretolato. Dalle rovine s'innalza - o forse ancora non ha toccato il suolo? - un'ala di piombo. L'ala di un uccello? Di un angelo? Un'ala, però, senza dubbio incapace di tornare a volare o che mai ha saputo farlo. Posa greve sulla terra guasta di paglia e corda e latta.
Il travaglio di quest'ala è raffigurato in un quadro di Kiefer, Das Wölund-Lied. Ma la desolazione sulla tela non è che il riflesso dell'inumana desolazione che alberga nel cuore degli artisti tedeschi più che in quello di qualsiasi altro artista europeo. Cinquant'anni fa Vercors faceva dire a un suo personaggio, un ufficiale della Wehrmacht, a proposito di un altro artista suo connazionale: "Bach… non poteva essere che tedesco. La nostra terra ha questo carattere: questo carattere inumano. Voglio dire, non in misura dell'uomo". È questo il tratto saliente delle Angele di Paul Kroker: sono creature non più angeliche e non ancora umane, sono creature inumane nel senso che Vercors dà alla parola.
Il viaggio che hanno compiuto non è dalla terra al cielo: sono angeli caduti, o forse soltanto discesi, attratti dal mistero dell'essere umano. Ma il mistero attrae e seduce, e talvolta è proprio il suo fascino a impedire la conoscenza. Non qui. Queste creature sembrano infatti discese sulla terra per penetrare l'essenza della sofferenza umana, restando sospese sulla fune sottilissima che divide il corporeo dallo spirituale. E d'altronde un artista berlinese come potrebbe non misurarsi con la linea sottile della separazione, essendo abituato come nessun altro in Europa a misurarsi con la linea del fuoco che per decenni ha diviso in due la sua città, il suo Paese e l'intero nostro continente? Le sue creature, dunque, sono destinate a essere per sempre esuli, come senza patria è l'artista che le ha concepite: con lo sguardo in parte rivolto all'indietro dell'emigrato, che scruta la polvere alla ricerca delle tracce non più riconoscibili della patria perduta o lasciata..
.









Paul Kroker
"angele della mia storia" ,2002,
carta/colla/plastica/metallo/acrilico/varie,
71x35x39











Paul Kroker
"senza titolo", 2002,
pc-picture, foto di un dipinto del ciclo constructa romantika,
1996









..."Chi mi conosce sa che il mio lavoro è da sempre improntato alla figura della donna, la sua sofferenza e gioia nonché la sua passione e passionalità. Anni fa, poi, era subentrato anche l'elemento vendicativo nel senso dell'autodistruzione, dell'annientamento" ha affermato più volte Paul Kroker. In queste figure la sofferenza della donna - la sua passione - pare essersi rappresa nella materia di sangue che percepiamo dentro di esse, perché dagli squarci nei corpi inferti da coltelli, forbici, granate, non una sola goccia di liquido pare essere fuoriuscita; il sangue pare essersi riversato tutto all'interno, là dove si condensa il dolore del mondo di cui esse si fanno carico. Alcune conservano ancora il retaggio della patria celeste perduta o lasciata - le ali - altre non le hanno più ma al loro posto non hanno ancora sviluppato gli arti. Di nuovo, s'incamminano con la sola forza degli organi vitali che governano le passioni lungo la linea impalpabile eppur netta dell'essere mezz'e mezzo. Un'indicibile sofferenza continua ad attanagliarle, lasciandole ferite, mutilate, sofferenti nel corpo non più spirituale e non ancora umano. Sebbene il materiale di cui sono fatte le ali sia lieve - Kroker usa materiali poveri: plastica, cartone, cartapesta, stracci - e dunque in nulla paragonabile alla latta o al piombo che ostacolano il movimento dell'ala caduta dal cielo nel quadro di Kiefer, ciò nonostante sappiamo che neppure queste Angele mai più spiccheranno il volo...









Paul Kroker
"angele della mia storia", 2002,
carta/ colla/plastica/metallo/acrilico/varie,
109x97x27











Paul Kroker
"angele della mia storia", 2002,
carta/ colla/plastica/metallo/acrilico/varie,
80x66x19











INFORMAZIONI O ACQUISTI




LA MOSTRA DI PAUL KROKER CONTINUA NELLA SECONDA SALA




[Home Piziarte][Chi siamo][Mostre precedenti][Prossime mostre][Nuova scena][Spazio gallerie][Dicono di noi]
[Galleria PiziArte][Programma PiziArte][Eventi PiziArte][Info esposizioni][Info acquisti][Links
]
[PiziartePlus] [Sweet Home]





[Adalberto Abbate][Sabrina Acciari][Stefano Accorsi][Patrizia Alemanno] [Angelo Alessandrini][Salvatore Alessi][Elio Alfano][Gianni Allegra][Barbara Antonelli][Francesco Arena]
[Dario Arcidiacono][Michele Attianese][Lidia Bachis][Daniela Balsamo][Valentina Bardazzi][Angelo Barile]
[Barile2 Noblesse][Matteo Basilè][Alessandro Bazan][Angelo Bellobono][Giorgia Beltrami][Marco Bernardi][Luca Bertasso][Giuseppe Biguzzi][Uccio Biondi][Bologna Show][Marco Bolognesi][Giacomo Bonciolini][Boderline][Pino Boresta][Sarah Bowyer 1][Sarah Bowyer 2][Andrea Buglisi][Carlo Buzzi][Loredana Cacucciolo][Giovanni Calce][Erica Campanella][Mirco Campioni][Carlo Cane][Daniele Carnovale][Casaluce-Geiger 1][Casaluce-Geiger 2][Sergio Cascavilla][Massimo Catalani][Anna Maria Centola]
[Andrea Chiesi][Antonella Cinelli][Cinelli 2-Rosacarne][Franco Cioni 1][Cioni 2-comedentro][Clandestino][Matteo Clementi][Matteo Clementi2][come tu mi vuoi][Paolo Consorti][Corazon][Enrico Corte][Gianluca Costantini][GianniCuomo][DanielaDalmasso][AntonioDeChiara][FrancescoDeGrandi1][FrancescoDeGrandi2][M.Cristina Della Berta][Oronzo De Stradis][Claudio Di Carlo][Michele Dieli][Pino D'ignazio][Francesco Di Lernia][Andrea Di Marco][Danilo Di Nenno]
[Fulvio Di Piazza][Gianluca Doretto][Luca Drago][Vania Elettra Tam][Marco Esposito-Ocram][Paolo Fabiani][Stefania Fabrizi][Marco Filaferro][Raffaele Fiorella][Paolo Fiorentino][GiovanniFioretto][Fotografia Contemp.][Foto- Grafia][Ezequiel Furgiuele]
[Elisa Gallenca][Gavino Ganau][Fabio Giorgianni][Daniele Giuliani][Nicolas Guardiola][In movimento][Joe Vega][Sasa Kolic][Paul Kroker][Ruggiero Lacerenza][Alfonso Leto][Lucia Leuci2][Savina Lombardo][Mario Loprete][Stefano Loria][Maldita][Sandro Marasco][Andrea Kiv Marrapodi][Andrea Martinucci][Piero Massimi][Luca Matti][Franco Melasecca][Marco Miceli][Cosimo Mignozzi][Milano Flashart][Milano FLashart2][Stefania Mileto][Fabiana Minieri][Fabio Moro]
[Fabio Moro 2][Andrea Neri][nessun contatto][Andrea Nurcis][Obsesion][Gino Sabatini Odoardi][Olvidarte][Salvo Palazzolo][Maria Pecchioli][Daniele Perilli][Arianna Piazza][Annalisa Pirovano][Gianluca Pisciaroli][Natale Platania][Marco Prestia][Marco Puccini][Carmelo Pugliatti][Sam Punzina 1] [Punzina 2- Sogni] [RiparteNapoli][RIparteGenova][RiparteRoma02][RiparteRoma03][RiparteRoma04][[RiparteRoma05][Cristina Ricci][Max Rohr][Nicola Rotiroti][Marco Rubiero][Mario Salina][Massimo Salvoni][Samoamax][Stefano Santoro][Roberto Saporito][Alba Savoi][Paolo Schmidlin][Eric Serafini][Francesco Sereni][SeTelefonando][Lorenzo Sole][Davide Sottanelli][Ruggiero Spadaro][Gisella Spinella][Graziano Spinosi][Pietro Spirito][Stelle][Straordinaria Follia][Summertime][Superficiie][SweetDecember][Rita Tagliaferri][Maurizio Taioli][Gabriele Talarico][Gianni Tarli][Gianni Tarli 2][TempusFugit][Vincenzo Todaro][Marianna Uutinen][Marco Vacchetti][Elisabetta Vattolo][Marco Verrelli][Enza Viceconte][Angela Viola][Wuangguang][Elke Wart][LiYueling][ZhaoHaoyi][Sergio Zavattieri][Fernando Zucchi]