Piziarte Arte Contemporanea

CRISTIANA RICCI

PiziArte galleria d'arte contemporanea Teramo









Cristiana Ricci "L'OVE"
2005, tecnica mista su carta Fabriano liscia cm 33 x 24











Cristiana Ricci "MERCY"
2005, tecnica mista su carta Fabriano liscia cm 33 x 24












Cristiana Ricci "THE WHITER WHITE. WHITHER?"
2005, tecnica mista su carta Fabriano ruvida, cm 33 x 24












Questo nuovo lavoro di Cristiana Ricci, Bratz/Crazy World, costituisce una svolta nel percorso dell'artista, così come lo abbiamo seguito fino ad ora. Eppure vi sono presenti, come in un fil rouge, tutti i temi, le icone e i personaggi che caratterizzavano il suo lavoro precedente. Il tutto si è come alleggerito, assumendo le forme spensierate e rassicuranti della fiaba pop, del fumetto, laddove precedentemente erano piuttosto i toni inquietanti dell'incubo a prevalere.

Anche la scelta del supporto cartaceo e del mezzo (mixed media che va dall'acquerello ai pastelli, dalla penna al pennarello, fino ai coriandoli di ritagli di giornale), comunica un senso di leggerezza. E occorre quasi uno sforzo per notare, al di là di questa atmosfera fiabesca dai colori accattivanti, i moltissimi segnali profondamente inquietanti che invece attraversano questi lavori, quasi un controcanto che, sistematicamente, demolisce tutte le certezze e tutte le sensazioni rassicuranti.

Così, non appena riusciamo a scartare la carta stagnola colorata e luccicante con cui la Ricci ha avvolto il suo cioccolatino, ci rendiamo conto che quel cioccolatino potrebbe essere avvelenato. E questa mi sembra già una perfetta metafora del nostro mondo occidentale e tecnologicamente avanzato, della nostra civiltà così fiera dei suoi traguardi e del suo progresso, del conquistato benessere, eppure così pervasa da un senso di pericolo, di angoscia e di smarrimento di senso. Dio, la famiglia, le certezze affettive ci sono crollate intorno a poco a poco, e l'immagine del mondo e della natura, ormai priva di qualunque incanto non ci appare certo più amica. Perduta ormai l'innocenza (l'orsacchiotto di peluche spesso appare legato o perfino pugnalato), dobbiamo assistere senza il conforto di alcuna mitologia o religione alla crudele indifferenza della natura, sopravvivere senza alcuna certezza o speranza neppure nell'amore, che comunque non offre alcuna garanzia di stabilità. Bombardati da troppa informazione, sappiamo tutto quello che succede nel mondo, eppure cresce il senso di impotenza, che si trasforma pian piano in cinica indifferenza..

Il segno nervoso e "scarabocchiato", il writing che fa da sfondo e talvolta si sovrappone al disegno, la composizione improntata indubbiamente ad un dinamismo barocco, costituiscono tutti elementi che descrivono efficacemente un mondo complesso, complicato, caotico. Ma anche un mondo in rovina, invaso da rifiuti di ogni genere e percorso da crepe e spaccature, anche se le dolls che lo abitano vestono bene e alla moda, circondasi di accessori raffinati.

Tra l'altro, ed è giusto una curiosità che non sfugge visitando lo studio della Ricci, la maggior parte dei mobili, degli accessori, degli interni e degli scenari che appaiono in questi lavori sono stati costruiti in miniatura dalla stessa artista, utilizzando ogni genere di materiale di riciclo e sono davvero deliziosi,

Complessa è anche la rete di spunti da cui attinge Cristiana Ricci, da cui emerge la sua fantasia visionaria e non di rado ironica e dissacrante; molte delle sue icone (una per tutte, il soggetto vegetale che a volte è un'aggressiva pianta carnivora, altre volte un tenero germoglio, altre ancora una rosa), vengono declinate in molteplici sfaccettature che sembrano rivelarne la natura profondamente simbolica e carica di quell'intrinseca ambiguità di cui il simbolo ha bisogno per poter alludere ad un mysterion. "Il simbolo, infatti, - scrive Umberto Galimberti - comporta la messa in crisi e la distruzione dei rapporti che prima erano consueti e familiari, e che, dopo l'apparizione del simbolo, diventano inquietanti e non più sicuri"

E qui c'è uno snodo importante del lavoro della Ricci in generale e di questo in particolare, laddove possiamo coglierne, al di là delle apparenze, la distanza dal tipico sentire postmoderno dove il segno rimanda a sé stesso, dove l'icona è una citazione intercambiabile, piatta, simulacro che non rinvia a nient'altro. Qui, al contrario, c'è e si avverte un mistero, si disseminano indizi, allusioni, come tante tessere di un puzzle che non potrà mai essere ricomposto interamente, ma che può essere scandagliato da diversi punti di vista. I grandi occhi delle sue dolls, intensi e pensosi, sembrano aperti proprio su questo mistero e ci suggeriscono che anche noi, come il protagonista di Solaris di Stanislaw Lem "non sappiamo cosa dobbiamo aspettarci ma persistiamo, nonostante tutto, nella fede che l'epoca dei miracoli crudeli non sia trascorsa".


Teresa Zaccaro












Cristiana Ricci "IL MONDO IN SCATOLA"
2005, tecnica mista su carta Fabriano liscia, cm. 33 x 24











Cristiana Ricci "ROARR!"
2005, tecnica mista su carta Fabriano liscia, cm 33 x 24












Cristiana Ricci "LA MUSICA 3"
2005, tecnica mista su carta liscia, cm 33 x 24












Cristiana Ricci "CONVERSAZIONE PRIMAVERILE CON LA MORTE"
2005, tecnica mista su carta liscia, cm 33 x 24










INFORMAZIONI O ACQUISTI




LA MOSTRA DI CRISTIANA RICCI CONTINUA NELLA SECONDA SALA




[Home][Chi siamo][Mostre precedenti][Prossime mostre][Nuova scena][Spazio gallerie][Dicono di noi]
[Galleria PiziArte][Programma PiziArte][Eventi PiziArte][Info esposizioni][Info acquisti][Links
]




[Adalberto Abbate][Sabrina Acciari][Stefano Accorsi][Patrizia Alemanno] [Angelo Alessandrini][Salvatore Alessi][Elio Alfano][Gianni Allegra][Barbara Antonelli][Francesco Arena]
[Dario Arcidiacono][Michele Attianese][Lidia Bachis][Daniela Balsamo][Valentina Bardazzi][Angelo Barile]
[Barile2 Noblesse][Matteo Basilè][Alessandro Bazan][Angelo Bellobono][Giorgia Beltrami][Marco Bernardi][Luca Bertasso][Giuseppe Biguzzi][Uccio Biondi][Bologna Show][Marco Bolognesi][Giacomo Bonciolini][Boderline][Pino Boresta][Sarah Bowyer 1][Sarah Bowyer 2][Andrea Buglisi][Carlo Buzzi][Loredana Cacucciolo][Giovanni Calce][Erica Campanella][Mirco Campioni][Carlo Cane][Daniele Carnovale][Casaluce-Geiger 1][Casaluce-Geiger 2][Sergio Cascavilla][Massimo Catalani][Anna Maria Centola]
[Andrea Chiesi][Antonella Cinelli][Cinelli 2-Rosacarne][Franco Cioni 1][Cioni 2-comedentro][Clandestino][Matteo Clementi][Matteo Clementi2][come tu mi vuoi][Paolo Consorti][Corazon][Enrico Corte][Gianluca Costantini][GianniCuomo][DanielaDalmasso][AntonioDeChiara][FrancescoDeGrandi1][FrancescoDeGrandi2][M.Cristina Della Berta][Oronzo De Stradis][Claudio Di Carlo][Michele Dieli][Pino D'ignazio][Francesco Di Lernia][Andrea Di Marco][Danilo Di Nenno]
[Fulvio Di Piazza][Gianluca Doretto][Luca Drago][Vania Elettra Tam][Marco Esposito-Ocram][Paolo Fabiani][Stefania Fabrizi][Marco Filaferro][Raffaele Fiorella][Paolo Fiorentino][GiovanniFioretto][Fotografia Contemp.][Foto- Grafia][Ezequiel Furgiuele]
[Elisa Gallenca][Gavino Ganau][Fabio Giorgianni][Daniele Giuliani][Nicolas Guardiola][In movimento][Joe Vega][Sasa Kolic][Paul Kroker][Ruggiero Lacerenza][Alfonso Leto][Lucia Leuci2][Savina Lombardo][Mario Loprete][Stefano Loria][Maldita][Sandro Marasco][Andrea Kiv Marrapodi][Andrea Martinucci][Piero Massimi][Luca Matti][Franco Melasecca][Marco Miceli][Cosimo Mignozzi][Milano Flashart][Milano FLashart2][Stefania Mileto][Fabiana Minieri][Fabio Moro]
[Fabio Moro 2][Andrea Neri][nessun contatto][Andrea Nurcis][Obsesion][Gino Sabatini Odoardi][Olvidarte][Salvo Palazzolo][Maria Pecchioli][Daniele Perilli][Arianna Piazza][Annalisa Pirovano][Gianluca Pisciaroli][Natale Platania][Marco Prestia][Marco Puccini][Carmelo Pugliatti][Sam Punzina 1] [Punzina 2- Sogni] [RiparteNapoli][RIparteGenova][RiparteRoma02][RiparteRoma03][RiparteRoma04][[RiparteRoma05][Cristina Ricci][Max Rohr][Nicola Rotiroti][Marco Rubiero][Mario Salina][Massimo Salvoni][Samoamax][Stefano Santoro][Roberto Saporito][Alba Savoi][Paolo Schmidlin][Eric Serafini][Francesco Sereni][SeTelefonando][Lorenzo Sole][Davide Sottanelli][Ruggiero Spadaro][Gisella Spinella][Graziano Spinosi][Pietro Spirito][Stelle][Straordinaria Follia][Summertime][Superficiie][SweetDecember][Rita Tagliaferri][Maurizio Taioli][Gabriele Talarico][Gianni Tarli][Gianni Tarli 2][TempusFugit][Vincenzo Todaro][Marianna Uutinen][Marco Vacchetti][Elisabetta Vattolo][Marco Verrelli][Enza Viceconte][Angela Viola][Wuangguang][Elke Wart][LiYueling][ZhaoHaoyi][Sergio Zavattieri][Fernando Zucchi]