Piziarte Contemporary Art

ANDREA NERI










" Per un'analisi formale dell'opera di Andrea Neri, credo che si possa parlare in più di un senso di astrazione, considerarndo la vastità del termine per come si propone oggi. Astrazione di fatto pittorica anche se ugualmente proiettata in una dimensione installattiva e di confronto serrato con lo spazio, e con in più abbondanti stratificazioni e curiosità verso materie ed elementi estranei. Un'astrazione che si riferisce ad una tradizione mediterranea e calda, che come ha scritto Demetrio Paparoni " (la neoastrazione italiana) si astiene dal recidere in modo netto o eclatante il suo rapporto con il passato, vivendolo in molti casi come un privilegio storico: chi ha un'eredità non ha motivo di disperderla nel nulla ; " .
Luca Beatrice
Andrea Neri " Natura morta 2 ", 1998
affresco, encausto e stampa laser su legno cm. 130x95
Courtesy Andrea Neri











"Neri con la tecnica dell'affresco e dell'encausto,..., gioca prima con grandi impasti cromatici, realizzando grandi e piccole dimensioni, e poi aggiunge a questa corporatura delle illustrazionirecuperate nei negozi di antiquariato. Si tratta di specie di serpenti rari, farfalle, formule di ossidi di zolfo, evocazioni di processi naturali ed artificiali, denunce di irreversibili piogge acide." Gabriele Perretta
Andrea Neri " CO ( Monossido di carbonio ) ", 1998
affresco, encausto, terracotta e t.m. su legno cm. 101x86
Courtesy Andrea Neri











"Nei lavori di Andrea Neri si trova un'interessant emolteplicità di atteggiamenti che ne rivela la particolare struttura di pensiero tradotta nella forma dell'opera. ...Neri presenta strutture che sembrano rivelarela composizione fisica e biologica dei vegetali, una sorta di vita segreta delle piante raccontata al microscopio ed osservata con tutta la disposizione a meravigliarsi. "
Luca Beatrice
Andrea Neri " Nox (Ossidi di azoto) , 1999
affresco, encausto, terracotta e t.m. su legno cm. 111x136
Courtesy Andrea Neri











"Guardo le alghe nel fiume come capelli mossi dal vento, la stessa immagine vista da bambino ma come quelle foto virate, l'acqua che le attraversa ha qualcosa che prima non le apparteneva: un colore un odore. " Andrea Neri
Andrea Neri " Alga rossa ", 1999
affresco, encausto e riporto fotografico su legno cm.110x141
Courtesy Andrea Neri











"... gran parte del percorso artistico di Neri riguarda il modo romantico se non alchimistico di porsi all'opera. Molti dei suoi lavori recenti sono strutturati in trittico, e sappiamo dell'importanza magica che ha assunto il numero Tre dell'interpretazione dell'alchimia ha dato l'arte - per esempio nella " Melancholia" di Durer-. " Luca Beatrice
Andrea Neri " C.F.C. (Cloro fluoro carburi) , 1998
affresco, encausto e stampa laser su legno cm. 112x44
Courtesy Andrea Neri











" I nomi delle opere , meglio chiamarli nome che titoli, sono misteriosi probabilmente appartenenti ad una sfera biografica dell'artista che non intende svelarsi, quanto semmai "custodirsi allo sguardo" e all'attenzione." Luca Beatrice
Andrea Neri " Acque chiare ", 1997
affresco, encausto e riporto fotografico su legno cm. 272x314
Courtesy Andrea Neri












Andrea Neri " Sox ( Ossidi di zolfo )", 1998
affresco, encausto e stampa laser su legno cm.120 diametro
Courtesy Andrea Neri











"I materiali - carte sovrapposte, interventi con legni ed encausti - ci sembrano misteriosi al punto che l'effetto finale è quanto di più lontano si può pensare della sfera naturalistica : e di un eventuale svelamento, di come siano fatti questi quadri, non è dato parlarne, meglio lasciare aperto l'interrogativo e le ombre."
Luca Beatrice
Andrea Neri " La lentezza", 1997
affresco, encausto e carte sovrapposte su legno cm.150x161
Courtesy Andrea Neri











"Nel lavoro di Neri si ritrova un dualismo di fondo che rimarca in maniera inconfondibile il senso dell'immaginario e quello della realtà. Nello sguardo che raccoglie i dati che compongono l'opera, e nell'opera stessa nella sua fattualità, si nasconde un'antinomia irriducibile tra realtà e sogno. Tale dualità, che poi in senso post-moderno non si riduce ad una debolezza, si dà forza praticando, in maniera meno ossuta, l'oscillazione tra storia e mito, dato concreto e mondo della memoria, realismo e magia dello sguardo (verso un passato da conservare), in sostanza tra la favola della natura (della vita biologica) e la vita dell'arte." Gabriele Perretta
Andrea Neri " Caduta libera", 2000 - dittico
affresco, encausto e t.m. digitale su legno cm.50x27
Courtesy Andrea Neri











"Neri proviene da una temperatura della pittura assolutamente forte, che egli stesso ha trasformato in archeologia. Affreschi ed encausti su tamburato o su legno che riportano delle tracce simili ai ritrovamenti romani della sua terra. Memoria di arte lavorata sugli intonaci, sui pigmenti sciolti in acqua senza l'uso delle tempere. Ricordo di superfici costruite a partire dalla traccia di "arricciato" , testure attraversate dalle sinopie del tempo, materie che oggi possono essere proposte solo nella loro infermità simbolica. " Gabriele Perretta
Andrea Neri " Radon " , 2000
affresco, encausto, monete di scavo e t.m. digitale su legno cm. 52x45
Courtesy Andrea Neri











"In pratica Andrea Neri non si affatica a mettere su tutto questo lavoro, a far comparire questa vasta messe di riferimenti tecnici, per fare sfoggio di conoscenza pittorica classica, anche se il suo lavoro ha una formazione che proviene proprio dalle tecniche grafiche e calcografiche, che attualmente vengono sottoposte ad una rielaborazione digitale che trasforma la ricerca dell'unicità in una pianificazione seriale/artigianale. A partire da qui Neri ha dato vita ad un vero e proprio laboratorio in grado di governare un crocevia di immagini e di segni provenienti da diversi contesti e generi, fino a farsi attraversare da una metamorfosi autoriale che in sé comprende la memoria dell'encausto e la partizione puntiforme del digitale." Gabriele Perretta
Andrea Neri " Azzurra" , 2000
affresco, encausto, monete di scavo e t.m. digitale su legno cm.32x24
Courtesy Andrea Neri











"In sostanza Andrea Neri, pur provenendo dalla realizzazione di pitture che si avvalevano della tecnica ad encausto, oggi si orienta ad una risoluzione pittografia delle superfici in cui la tecnica tradizionale del tamburato che supportava l'affresco si è integrata ad una specifica ricerca sui nuovi materiali mediante uno strumento tecnico sofisticatissimo, capace di riprodurre serialmente la texture del ritmo e della pennellata che prima era ottenuto mediante il lavoro della mano." Gabriele Perretta

Andrea Neri " Caduta libera 2 ", 2000 - dittico
affresco, encausto e t.m. digitale su legno cm.50x27
Courtesy Andrea Neri








Da metà degli anni ottanta Neri lavora abitualmente il proprio dipinto come fosse un murale, operando infatti ad affresco ed encausto su tamburato, e dunque agendo pittoricamente su una superficie materialmente forte e scabra altrettanto che il muro. E vi lavora enunciandovi un universo prezioso e complesso di segni e tracce, di affioramenti carichi di accenni simbolici, quando non vere e proprie enunciazioni di simboli archetipi, in intense suggestioni memoriali. La ricchezza del segno gli viene certamente anche da una esperienza incisoria molto impegnata e sapiente, e che è del resto un altro aspetto rilevante della sua professionalità artistica rigorosa e ispirata. Anche quando praticava una figurazione essenziale ed evocativa, nei primi anni Ottanta, e sempre parallelamente ad un impegno incisorio molto consistente, quelle immagini evocative e distanti erano proposte entro una contestualità matericamente sensibilizzata, quasi graffite. L’immaginario di Neri è dunque sostanzialmente fondato su un processo di lievitazione memoriale, di scrittura segnica evocativa. “L’essenziale è solcato da una riconoscenza”, dice. E una tale “ri-conoscenza” si realizza attraverso la capacità evocativa momoriale espressa dal segno inciso, scritto, nella materia, che appunto è come muro. Il muro è insomma la pagina sulla quale Neri esercita il proprio processo di “ri-conoscenza”, tramite il quale dilata la dimensione temporale dal remoto al presente, e suppone un destino, ammortizzandovi dunque anche un possibile futuro. Confessa: “camminare su un lastricato di 2000 anni con la coscienza che quel segno è importante come la tua traccia di oggi”. Neri in effetti risolve il proprio dipinto in una sorta di palinsesto provocato. Ed è qui la differenza fra il suo particolare ricorso alla dimensione del muro rispetto a quanto ne trassero gli artisti informali negli anni Quaranta-Cinquanta:
da Dubuffet, a Wols, a certo Burri, a Fontana stesso (almeno nei suoi “gessi”), a Tapies, a Rotella (e fu André Pieyre de Mandiargues a sottolineare un tale denominatore in un testo allora abbastanza famoso in “XX° Siècle” nel 1958). Ma il muro informale, estremo ridotto limite esistenziale d’una configurazione urbana, palinsesto di vissuto esistenziale e dunque di ricorrenze temporali, anzitutto individuali e persino private, testimone dell’unica storia esistenzialmente possibile, si qualificava come tale appunto attraverso l’accumularsi dei segni, il loro stratificarsi accidentale, esperienziale, dominato dunque in certo modo dal caso, testimoniale dunque essenzialmente in quanto capace di traccia relittuale, d’esperienza e di tempo. Al contrario il palinsesto che Neri
viene a proporre non si è costituito nel tempo, né ne testimonia l’esistenziale fluenza impressavisi, in quanto è invece un unilaterale accumulo di segni che la superficie muro registra e memorizza. Di segni e accenni simbolici che l’immaginazione del pittore vi imprime evocativamente e in certo modo costruttivamente, facendosene qualcosa appunto come una pagina di registrazione di tracce di umori, ricordi, affioramenti memoriali, remote suggestioni magiche, in un continuo rimando di senso fra attualità e remotezza evocativa del segno stesso e del simbolo. E il comportamento di Neri dunque risulta in certo modo piuttosto attivo che non constatativo. Non propone la lettura d’una traccia relittuale di memoria del vissuto, quanto di segni di un’attivazione di un possibile circuito memoriale, ove conta non tanto dunque la denuncia d’una condizione (che nell’esperienza informale era appunto la condizione esistenziale dell” ‘esserci”, richiusa in se medesima) in quanto la sollecitazione d’una possibilità. Esattamente della possibilità di recuperare uno spessore di memoria, che restituisca al vissuto e al vivibile un proprio spessore e una propria capacità di dominio temporale, rispetto all’appiattimento quotidiano dell’universo del pragmatismo consumistico.

Enrico Crispolti




Andrea Neri Curriculum
Vive e lavora a Terracina.
Ha studiato all'Accademia delle Belle Arti di Roma, specializzandosi in tecniche grafiche e calcografiche

Principali esposizioni:

1983 - Bologna, Galleria L'Ariete - Personale
1985 - Castello di Ozberg - Germania - Personale
1987 - Latina, "Arte e Istituzioni"
1988 - Roma, Accademia d'Egitto "Confronto indiscreto"
1989 - Lubiana, Biennale di grafica
1990 - Roma, galleria Banchi Nuovi -Personale
Asiago (VI), Galleria Barbierato - Personale
Roma, Palazzo delle Esposizioni "Giovani artisti a Roma III"
1991 - Heilsinborg (Svezia), Galleria G. - Personale
1992 - Roma, facoltà di Architettura "L'Università incontra gli artisti" - Personale
Roma, Galleria Banchi Nuovi (Testo di Enrico Crispolti) - Personale
Torino, Progetto Dioce-Historie du ciel.
Capua, Palazzo Fazio "Five to five"
1993 - Capua, Galleria Art Now - personale
Milano, Università Bocconi - Personale
1995 - Roma, Galleria Banchi Nuovi (Testo di Luca Beatrice) - Personale
Genova, Galleria Ellequadro - Personale
Roma, Accademia d'Egitto "Superficie"
Madrid, Istituto di Cultura Italiano
1997 - Salerno, Galleria Paola Verrengia
Maiori, "Mediterraneo"
1998 - Roma, Banchi Nuovi (Testo di Gabriele Perretta) - Personale
Milano, Galleria Bianca Pilat (Testo di Gabriele Perretta) - Personale
Maranello, da Ferrari alla Ferrari omaggio a un mito
Roma," Animals"
1999 -Terracina (LT) "Capitolium" - Personale
2000 -Teramo, PiziArte (http://www.piziarte.net) - Personale
Terracina (LT), "Officina Senza Nome"
Pècs (Ungheria), Clul Napoca (Romania), Graz (Austria), Osljek
(Croazia), "Sister Cities"
2001 - Roma, Chiostro del Bramante - Collezione B.N.L.
2003 - Roma, "Arte al Boccon di Vino" (Testo di Gabriele Perretta) - Personale
Terracina, "Senaria"
Alassio (SV), "Devartation"
Genova "Sorite" Ass. Cult. Satura
Caserta, Galleria Installart - Senaria (De Nola, Lupattelli, Nardi, Neri, Piovaccari, Tessarollo)
2004 - Sassari, Museo Masedu - Media comm(unity) com.
Piacenza, Castell'Arquato - s.Finiti dall'Arte
Bova (RG), Meridiani d'Oriente
2005 - Latina, Palazzo M. - I Mestieri di Ergon
Torino, Museo Castello di Rivara - Blog on Rimbaud
2006 - Milano, Studiosei Arte Contemporanea - Bottom -Up
2007 - Roma, Studio-ra Arte Contemporanea - Videofusion
2008 - Carpineto Romano, Museo La Reggia dei Volsci - Personale
Laigueglia (SV), Sangiorgi Med Gallery - Personale
2009 - Venezia - 53^ Biennale Evento Dètournement"
2010 - Infinite Spaces, Museo della civiltà romana, Roma
2011 - Sguardi Sonori 2011 , Palazzo Orsini, Bomarzo (VT)
2013 - Sweet Home 8, collettiva con Alfonso Leto, Stefania Mileto, Andrea Neri,
Arianna Piazza, Annalisa Pirovano, Home Gallery Piziarte,Tortoreto Lido (TE)
2013 - Sguardi Sonori 2013 , Palazzo Trinci, Foligno (PG)

Principali pubblicazioni in cui è presente:

La Pittura in Italia - Il Novecento 2 Electa
La Pittura in Italia - il Novecento 3 Le ultime ricerche - Electa
Nuova Scena - Mondadori
Art in ltaly 1995
Dioce - Historie du ciel
Giovani Artisti a Roma 3
BNL: una Banca per l'arte
Media -comm(unity)com. medium
S.Finiti dall'Arte
Meridiani d'Oriente
I Mestieri di Ergon
Blog on Rimbaud - museo Castello di Rivara - Torino

Bibliografia essenziale:

Confronto indiscreto, Roma 1988
Accademia d'Egitto - testo di Enrico Crispolti
Flash-Art n. 144 - Calendario - giugno '88
Il Giornale dell'Arte n. 64 - Crispolti sceglie gli Italiani di Lubiana
Repubblica - Trovaroma - 17 marzo 1990
Repubblica - Trovaroma n. 151
International Tourist (Gallerie) - aprile '90 - testo di Paolo Zacchia
Giovani Artisti a Roma III - Palazzo delle Esposizioni - testi di E.
Crispoli, E. Bilardello
Il Giornale - 25 marzo '90 - testo di Marco Di Capua
Regione Oggi n. 4 aprile '90 - testo di Paolo Zacchia
Flash-Art n. 169 - Estate '92 - testo di Enrico Crispolti
Taxi-Art - Estate '92 - testo di Francesca Lombardi
Secolo D'Italia - giovedì 28 maggio '92
Five to five - luglio '92 - Numero unico - testo di Enzo Battarra
Dioce-Histoire du ciel- Torino - "Omaggio a Luigi Carluccio", 1992
Repubblica - Trovaroma 3 aprile '92 - M. De Candia
Next n. 26 1992 - testo di Barbara Vinciguerra
Anime e Amori, Roma - Banchi Nuovi - Personale - testo di E. Crispolti
AD n. 118 e n. 134
Flash-Art n. 178 - ottobre '93 - testo di Massimo Sgroi
La Pittura in Italia - Il Novecento/3 - Le ultime ricerche - Electa 1994
Nuova Scena - Mondadori - Art in Italy, 1995
RAI Tg1 - Redazione Cultura - servizio di Luigi Saitta
RAI International - Carnee Italiano - Andrea Neri, “La Notte”



Copyright © 2001-2005 Pizia Arte Net - Tutti i diritti riservati



[Home][Chi siamo][Mostre precedenti][Prossime mostre][Nuova scena][Spazio gallerie][Dicono di noi]
[Galleria PiziArte][Programma PiziArte][Eventi PiziArte][Info esposizioni][Info acquisti][Links
]


[Adalberto Abbate][Sabrina Acciari][Stefano Accorsi][Patrizia Alemanno] [Angelo Alessandrini][Salvatore Alessi][Elio Alfano][Gianni Allegra][Barbara Antonelli][Francesco Arena]
[Dario Arcidiacono][Michele Attianese][Lidia Bachis][Daniela Balsamo][Valentina Bardazzi][Angelo Barile]
[Barile2 Noblesse][Matteo Basilè][Alessandro Bazan][Angelo Bellobono][Giorgia Beltrami][Marco Bernardi][Luca Bertasso][Giuseppe Biguzzi][Uccio Biondi][Bologna Show][Marco Bolognesi][Giacomo Bonciolini][Boderline][Pino Boresta][Sarah Bowyer 1][Sarah Bowyer 2][Andrea Buglisi][Carlo Buzzi][Loredana Cacucciolo][Giovanni Calce][Erica Campanella][Mirco Campioni][Carlo Cane][Daniele Carnovale][Casaluce-Geiger 1][Casaluce-Geiger 2][Sergio Cascavilla][Massimo Catalani][Anna Maria Centola]
[Andrea Chiesi][Antonella Cinelli][Cinelli 2-Rosacarne][Franco Cioni 1][Cioni 2-comedentro][Clandestino][Matteo Clementi][Matteo Clementi2][come tu mi vuoi][Paolo Consorti][Corazon][Enrico Corte][Gianluca Costantini][GianniCuomo][DanielaDalmasso][AntonioDeChiara][FrancescoDeGrandi1][FrancescoDeGrandi2][M.Cristina Della Berta][Oronzo De Stradis][Claudio Di Carlo][Michele Dieli][Pino D'ignazio][Francesco Di Lernia][Andrea Di Marco][Danilo Di Nenno]
[Fulvio Di Piazza][Gianluca Doretto][Luca Drago][Vania Elettra Tam][Marco Esposito-Ocram][Paolo Fabiani][Stefania Fabrizi][Marco Filaferro][Raffaele Fiorella][Paolo Fiorentino][GiovanniFioretto][Fotografia Contemp.][Foto- Grafia][Ezequiel Furgiuele]
[Elisa Gallenca][Gavino Ganau][Fabio Giorgianni][Daniele Giuliani][Nicolas Guardiola][In movimento][Joe Vega][Sasa Kolic][Paul Kroker][Ruggiero Lacerenza][Alfonso Leto][Lucia Leuci2][Savina Lombardo][Mario Loprete][Stefano Loria][Maldita][Sandro Marasco][Andrea Kiv Marrapodi][Andrea Martinucci][Piero Massimi][Luca Matti][Franco Melasecca][Marco Miceli][Cosimo Mignozzi][Milano Flashart][Milano FLashart2][Stefania Mileto][Fabiana Minieri][Fabio Moro]
[Fabio Moro 2][Andrea Neri][nessun contatto][Andrea Nurcis][Obsesion][Gino Sabatini Odoardi][Olvidarte][Salvo Palazzolo][Maria Pecchioli][Daniele Perilli][Arianna Piazza][Annalisa Pirovano][Gianluca Pisciaroli][Natale Platania][Marco Prestia][Marco Puccini][Carmelo Pugliatti][Sam Punzina 1] [Punzina 2- Sogni] [RiparteNapoli][RIparteGenova][RiparteRoma02][RiparteRoma03][RiparteRoma04][[RiparteRoma05][Cristina Ricci][Max Rohr][Nicola Rotiroti][Marco Rubiero][Mario Salina][Massimo Salvoni][Samoamax][Stefano Santoro][Roberto Saporito][Alba Savoi][Paolo Schmidlin][Eric Serafini][Francesco Sereni][SeTelefonando][Lorenzo Sole][Davide Sottanelli][Ruggiero Spadaro][Gisella Spinella][Graziano Spinosi][Pietro Spirito][Stelle][Straordinaria Follia][Summertime][Superficiie][SweetDecember][Rita Tagliaferri][Maurizio Taioli][Gabriele Talarico][Gianni Tarli][Gianni Tarli 2][TempusFugit][Vincenzo Todaro][Marianna Uutinen][Marco Vacchetti][Elisabetta Vattolo][Marco Verrelli][Enza Viceconte][Angela Viola][Wuangguang][Elke Wart][LiYueling][ZhaoHaoyi][Sergio Zavattieri][Fernando Zucchi]